Libertà: condizione psicologica, realtà o utopia?

 

Tra assolutismo e relatività c’è un’enorme differenza.

Può esistere la libertà assoluta?

O viviamo all’interno di una libertà relativa?

 

Una banconota da 50 euro ha un valore convenzionale assoluto di 50 euro.

Per acquistare un bene del valore di 40 euro, usando per pagare una banconota

da 50 euro, l’acquisto fa assumere alla banconota un valore relativo, perché

riceveremo un resto di 10 euro.

 

Ad Einstein viene attribuita questa frase:

 

Quando un uomo siede un’ora in compagnia di una bella ragazza,

sembra sia passato un minuto. Ma fatelo sedere su una stufa per un minuto

e gli sembrerà più lungo di qualsiasi ora. Questa è la relatività.”


testo originale: “When you sit with a nice girl for two hours you think it’s only a minute, but when you sit on a hot stove

for a minute you think it’s two hours. That’s relativity.”

L’aneddoto venne pubblicato per la prima volta sul New York Times nel marzo

del 1929: Einstein in quell’occasione avrebbe detto alla sua segretaria di rispondere

così agli intervistatori ansiosi di sapere cosa fosse la relatività.

 

Da allora l’aneddoto è stato riproposto in diverse varianti.

Tuttavia la fonte è indiretta, e data e occasione non sono note.

 

Pensi di essere libero, sei davvero libero o è solo una speranza?

 

Conosci meglio l’argomento. Scarica il file qui sotto, con referenze e immagini.

 

DOWNLOAD